Sei sicuro di conoscere davvero la tua città?

Lo sai che proprio dietro casa tua, nella strada che fai tutti i giorni per andare al lavoro, sta nascendo una piccola biblioteca di quartiere? Che sotto al ponte che percorri ogni sera per tornare a casa c’è una ciclofficina aperta tutti i giorni? E che in fondo alla tua via si sta formando una Comunità che Supporta l’Agricoltura?

Sai che puoi essere parte di tutto questo in ogni città che abiti o che attraversi?

Sei sicuro di conoscere davvero la tua città?

Lo sai che proprio dietro casa tua, nella strada che fai tutti i giorni per andare al lavoro, sta nascendo una piccola biblioteca di quartiere? Che sotto al ponte che percorri ogni sera per tornare a casa c’è una ciclofficina aperta tutti i giorni? E che in fondo alla tua via si sta formando una Comunità che Supporta l’Agricoltura?

Sai che puoi essere parte di tutto questo in ogni città che abiti o che attraversi?

Sei sicuro di conoscere davvero la tua città?

Lo sai che proprio dietro casa tua, nella strada che fai tutti i giorni per andare al lavoro, sta nascendo una piccola biblioteca di quartiere? Che sotto al ponte che percorri ogni sera per tornare a casa c’è una ciclofficina aperta tutti i giorni? E che in fondo alla tua via si sta formando una Comunità che Supporta l’Agricoltura?

Sai che puoi essere parte di tutto questo in ogni città che abiti o che attraversi?

“La forma delle città può generare o meno partecipazione. La forma delle città può educare oltre che la vita sociale, quella emotiva e intima… Vinceremo costruendo città dolcissime.”

Luca Ruali

“La forma delle città può generare o meno partecipazione. La forma delle città può educare oltre che la vita sociale, quella emotiva e intima…Vinceremo costruendo città dolcissime.”

Luca Ruali

01.

L'idea

Era il novembre 2015 e queste parole hanno segnato l’inizio del nostro viaggio. Ankara, Beirut, Parigi, ovunque le città erano teatro di terrore, di esclusione, di dolore.
Noi all’epoca vivevamo in tre continenti diversi e queste righe di Luca Ruali rimbalzarono sui nostri computer e ci aiutarono ad interpretare il mondo che avevamo attorno, facendoci pensare che forse restare umani era l’unica soluzione. Ma come farlo nella pratica di ogni giorno e in ogni città che incontravamo?

02.

Il progetto

Grazie a questo pazzo progetto stiamo scoprendo, mappando e mettendo in rete tutti i luoghi che all’interno delle nostre città ci offrono servizi alternativi, ovvero fanno quello per cui sono nati preoccupandosi anche di generare un impatto sociale e ambientale positivo sul territorio.
Siamo partiti da Padova, la città dove abbiamo deciso di vivere, per cercare tutte quelle realtà che si occupano ogni giorno di rigenerare e rendere più sostenibili gli spazi che vivono e i servizi che offrono e per avvicinarle ad ognuno di noi, per permettere a tutti di ridurre la propria impronta umana sul Pianeta.

03.

L’obiettivo

L’obiettivo principale di #StayHuman è supportare da una parte chi vuole vivere in modo più ecologico ed equo nella propria città ed aiutarlo a replicare in ogni altro luogo il proprio stile di vita sostenibile, e dall’altra chi propone coraggiosamente un’alternativa sostenibile all’offerta commerciale esistente.Puntiamo a mettere in connessione il cittadino con tutto il sottobosco di attività formali ed informali attorno a lui, e a fornire a queste ultime uno strumento facile ed immediato per farsi trovare e diffondere le proprie attività.

city-new

04.

Che cosa è?

#StayHuman è un’applicazione per smartphone attraverso la quale, ovunque sarai, potrai connetterti facilmente a:

  • Gruppi di Acquisto Solidale
  • Comunità che Supportano l’Agricoltura
  • Orti urbani e food forest
  • Free e second hand markets
  • Associazioni impegnate nel sociale
  • Palestre e squadre sportive popolari
  • Ciclo officine
  • Progetti di rigenerazione urbana
  • Festival indipendenti di quartiere
  • Ristoranti biologici e a km 0
  • Progetti di autoproduzione
  • Centri culturali indipendenti
  • Reti di turismo responsabile

01.

L'idea

Era il novembre 2015 e queste parole hanno segnato l’inizio del nostro viaggio. Ankara, Beirut, Parigi, ovunque le città erano teatro di terrore, di esclusione, di dolore. Noi all’epoca vivevamo in tre continenti diversi e queste righe di Luca Ruali rimbalzarono sui nostri computer e ci aiutarono ad interpretare il mondo che avevamo attorno, facendoci pensare che forse restare umani era l’unica soluzione. Ma come farlo nella pratica di ogni giorno e in ogni città che incontravamo?

02.

Il progetto

Grazie a questo pazzo progetto stiamo scoprendo, mappando e mettendo in rete tutti i luoghi che all’interno delle nostre città ci offrono servizi alternativi, ovvero fanno quello per cui sono nati preoccupandosi anche di generare un impatto sociale e ambientale positivo sul territorio.Siamo partiti da Padova, la città dove abbiamo deciso di vivere, per cercare tutte quelle realtà che si occupano ogni giorno di rigenerare e rendere più sostenibili gli spazi che vivono e i servizi che offrono e per avvicinarle ad ognuno di noi, per permettere a tutti di ridurre la propria impronta umana sul Pianeta.

03.

L’obiettivo

L’obiettivo principale di #StayHuman è supportare da una parte chi vuole vivere in modo più ecologico ed equo nella propria città ed aiutarlo a replicare in ogni altro luogo il proprio stile di vita sostenibile, e dall’altra chi propone coraggiosamente un’alternativa sostenibile all’offerta commerciale esistente. Puntiamo a mettere in connessione il cittadino con tutto il sottobosco di attività formali ed informali attorno a lui, e a fornire a queste ultime uno strumento facile ed immediato per farsi trovare e diffondere le proprie attività.

city-new

04.

Che cosa è?

#StayHuman è un’applicazione per smartphone attraverso la quale, ovunque sarai, potrai connetterti facilmente a:

  • Gruppi di Acquisto Solidale
  • Comunità che Supportano l’Agricoltura
  • Orti urbani e food forest
  • Free e second hand markets
  • Associazioni impegnate nel sociale
  • Palestre e squadre sportive popolari
  • Ciclo officine
  • Progetti di rigenerazione urbana
  • Festival indipendenti di quartiere
  • Ristoranti biologici e a km 0
  • Progetti di autoproduzione
  • Centri culturali indipendenti
  • Reti di turismo responsabile
IN COSA CREDIAMO

Pensiamo che ogni città dovrebbe essere inclusiva, accessibile, sostenibile ed equa. E che tutti noi siamo responsabili di renderla dolcissima…

IN COSA CREDIAMO

Pensiamo che ogni città dovrebbe essere inclusiva, accessibile, sostenibile ed equa. E che tutti noi siamo responsabili di renderla dolcissima…

PARTNERS E AMICI

Alcuni dei luoghi che non hanno davvero nessuna speranza di esistere in questo mondo.Ma che per fortuna non lo sanno. E continuano a preoccuparsi ostinatamente del nostro domani.